Differenze tra aziende di consulenza e aziende di servizi

Differenze tra aziende di consulenza e aziende di servizi

I fattori che differenziano le società o aziende di consulenza da altre aziende di servizio sono elencate qui di seguito. I quattro punti seguenti mettono in evidenza le caratteristiche delle due aziende ma ancor più la differenza che intercorre tra esse.

Differenze tra aziende di consulenza e aziende di servizi

1. Gestione della Conoscenza

Il settore della consulenza è basato fortemente su due fattori: l’esperienza e la competenza. Per quanto riguarda l’esperienza l’unica cosa da fare è “lavorare sul campo” come in tutti i settori. Per ciò che riguarda la competenza, invece, saperla selezionare e gestire in tempi rapidi è un obiettivo primario delle aziende di consulenza, qualunque sia il tipo di consulenza che offrono.

2. Innovazione

All’interno delle società di consulenza, con la parola innovazione si intendono diverse attività: innanzitutto comprende il continuo monitoraggio dell’ambiente competitivo; dato che solo in questa maniera si possono sviluppare in maniera rapida e completa soluzioni innovative a nuove problematiche che i clienti delle società di consulenza dovranno affrontare, l’informarsi sulle nuove tecnologie, sui nuovi trend e sui possibili futuri standard, mantenere contatti con le università e centri di ricerca talvolta anche finanziando questi studi costruendo così conoscenza utile e vendibile nel futuro. In queste aziende il ruolo della ricerca e sviluppo è cruciale.

3. Reputazione

Nelle società di consulenza la reputazione dell’azienda diventa la chiave per continuare ad esistere sul mercato perché, in effetti, parte del servizio che la società offre è proprio la sua reputazione stessa.
La reputazione diventa non solo la base per cercare di acquisire nuovi clienti e mantenere quelli esistenti ma, nelle società di consulenza diventa anche il mezzo attraverso il quale si determinerà la “qualità dei clienti futuri”.

4. Qualità dei clienti

Per molte aziende di servizi il momento che genera flussi di cassa positivi è quello dell’acquisto effettivo alla fine del quale si cercherà di capire se si è soddisfatto o meno il consumatore ed eventualmente come migliorare. Non si può certo negare che la vendita effettiva del servizio non sia importante per una società di consulenza, però, in questo caso, entra in gioco un’ altra variabile: la competenza del cliente.
Il cliente che ha scelto una società di consulenza è in grado di capire e mettere in pratica i suggerimenti che essa gli porta?
L’incompetenza del cliente potrebbe far fallire una buona consulenza e creare una cattiva immagine e reputazione all’azienda che l’ha erogata.

Quando una società di consulenza ha già una buona reputazione ha la possibilità di poter lavorare con clienti non solo più redditizi ma anche che sappiano sfruttarne meglio i consigli che vengono loro dati generando un circolo virtuoso per la società di consulenza.
Infine, per la società di consulenza è indispensabile addestrare a far progredire la competenza del proprio cliente anche come via per proporre ulteriori attività.

Precedente Caratteristiche e differenze tra servizio e prodotto per un'azienda Successivo Successo e strategia di una azienda di consulenza

Lascia un commento