eCommerce: Differenze tra modelli B2B, B2C e C2C nel commercio elettronico

eCommerce: Differenze tra modelli B2B, B2C e C2C nel commercio elettronico

Con il termine ecommerce o commercio elettronico ci si riferisce a quell’insieme di attività d’impresa, per lo scambio di beni o servizi, in cui la transazione tra le parti avviene attraverso reti di
telecomunicazione.

Il commercio elettronico si divide in diverse tipologie in base all’attività commerciale in cui si svolge l’attività e ai soggetti coinvolti che possono avere esigenze diverse. Tale suddivisione influenza anche la scelta degli strumenti tecnologici che un’azienda adotta. Possiamo identificare quindi tre principali tipologie.

eCommerce: Differenze tra modelli B2B, B2C e C2C nel commercio elettronico

Commercio elettronico tra aziende (B2B)

Con questo termine si indica un’attività a supporto delle transazioni commerciali tra aziende, che non coinvolge direttamente gli utilizzatori finali dei beni e servizi prodotti. I soggetti coinvolti sono aziende che si servono dei prodotti di altre aziende per realizzare i propri. Un esempio classico è la gestione della catena di distribuzione.

Commercio elettronico tra aziende e consumatori (B2C)

Questa è la forma più nota di ecommerce e riguarda la fornitura di beni e servizi tra un’azienda e il consumatore finale. In questo caso il consumatore si reca sulla pagina web dell’azienda e può visualizzare ed eventualmente acquistare i prodotti mostrati effettuando pagamenti online. La maggior parte dei siti di ecommerce che fanno parte di questa categoria comprendono almeno i seguenti elementi:

  1. Un catalogo elettronico dei prodotti e servizi offerti.
  2. Un’area di navigazione e ricerca che permette di trovare facilmente i prodotti entro il catalogo.
  3. Un sistema di carrello virtuale dove l’utente può aggiungere gli oggetti da acquistare e procedere eventualmente al pagamento e all’evasione dell’ordine.
  4. Un sistema di pagamento online sicuro.
  5. Un sistema di controllo degli ordini che permette di seguire il processo di elaborazione di ciascun ordine e facilitarne il tracciamento.

Commercio elettronico tra consumatori (C2C)

Questa forma di commercio è più recente rispetto alle altre ed è diventata popolare grazie ai siti di aste online (primo fra tutti eBay), che offrono al consumatore la possibilità di vendere ad altri consumatori i propri prodotti e servizi. In questo caso è il sito che offre il servizio di asta a imporre le regole e ad amministrare l’ambiente e gli utenti si registrano utilizzando i propri dati al ne di fornire le informazioni necessarie per garantire l’identità dei soggetti coinvolti nella trattativa.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *