Enorme importanza dei Big Data per tutte le aziende

Enorme importanza dei Big Data per tutte le aziende

Il management è uno dei campi che sono maggiormente influenzati dalla rivoluzione conseguente all’impiego dei Big Data. Infatti, i Big Data permettono di cambiare l’approccio nella gestione aziendale: si passa dall’intuitus del top management ad una cultura del decision-making supportata dai dati, cioè da una visione in cui un ruolo importante è rivestito dall’esperienza e dalla capacità di fare previsioni corrette sugli sviluppi del settore da parte dei vertici aziendali, ad una concezione secondo la quale i principali driver nel prendere le decisioni saranno i risultati delle analisi dei dati effettuate dagli analisti ed esperti del settore (per questo motivo si prevede un forte aumento della domanda di statistici e data analyst da inserire nelle aziende).

In ambito aziendale, i Big Data sono utilizzati principalmente per due ragioni. In primo luogo, a scopo analitico, in quanto forniscono alle imprese utili intuizioni e analisi sulle loro performance e dei supporti quantitativi per il decision-making.
In secondo luogo, i Big Data permettono alle aziende di sviluppare applicazioni e servizi in tempo reale che si avvalgono delle imponenti moli di dati digitali per creare valore per il cliente finale, valore che sarebbe impossibile ottenere altrimenti. Alcuni esempi pratici sono i servizi post vendita di manutenzione e riparazione dei prodotti, tali per cui, grazie a dei sensori presenti all’interno del prodotto, si riesce a stabilire qual è il momento più adeguato per intervenire ed evitare rotture.

Tuttavia, nonostante i risultati positivi che si riscontrano dell’utilizzo dei Big Data, la maggior parte delle aziende non ha ancora implementato in modo sistematico delle tecniche di analisi dei dati per la gestione aziendale, sia per la mancanza di un adeguato know-how nella gestione e utilizzo effettivo di grandi moli di dati, sia per difficoltà di tipo tecnico. Ad ogni modo, date le tendenze attuali, si prevede che l’utilizzo dei big data sarà sempre più pervasivo in tutti i livelli delle organizzazioni.

Enorme importanza dei Big Data per tutte le aziende

Cosa cambia utilizzando i big data

Per quanto riguarda il decision-making, quella a cui stiamo assistendo è una trasformazione che coinvolge tutte le sfere del business. Se i dati sono scarsi o difficili da ottenere e analizzare, ci si affida principalmente alla capacità del top management di fare previsioni sulla base dell’esperienza e del loro intuito.

Infatti secondo la letteratura, gli organi esecutivi dovrebbero innanzitutto chiedersi cosa dicono i dati e interrogarsi sulla loro provenienza, affidabilità e sul tipo di analisi che è stata condotta; in secondo luogo dovrebbero lasciarsi guidare nelle decisioni dalle evidenze portate dai dati stessi. Il ruolo del leader cambierà, e richiederà la capacità di porre la domanda giusta, anziché quella di dare una risposta.
Il processo decisionale viene dunque cambiato: si introduce la scienza nel management. I manager hanno ora a disposizione una sorta di processo scientifico sul quale basarsi per prendere le decisioni: si parte dalla formulazione di ipotesi, l’effettuazione di esperimenti per testarle, l’analisi rigorosa dei risultati quantitativi prima di prendere una decisione.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *