I principali rischi del cloud computing

I principali rischi del cloud computing

Il Cloud Computing, come descritto nell’articolo Vantaggi della collaborazione online attraverso il cloud computing, rende possibile le nuove forme di collaborazione, grazie all’accesso alla Rete, tramite un computer o un dispositivo mobile.

Il termine Cloud, in italiano “nuvola” viene utilizzato per indicare i servizi online senza maggiori precisazioni. Tutto ciò avviene perché l’attenzione è focalizzata sui servizi e non sul loro funzionamento o sulla loro implementazione all’interno di un sistema operativo.

I principali rischi del cloud computing

L’utilizzo del Cloud Computing presenta però alcuni rischi che è bene tener presente:

  1. Dipendenza da provider: i servizi non vengono gestiti dall’utente o dall’azienda, ma direttamente dal provider che gestisce il servizio. In caso di malfunzionamento delle strutture del provider, possono esserci delle ricadute operative sul proprio servizio. Inoltre, questo potrebbe ostacolare la migrazione del servizio da un provider verso un altro.
  2. Controllo dei dati: la sicurezza dei dati è affidata dall’utente ad un fornitore di servizi, dal quale l’utente dipende totalmente.
  3. Potenziale perdita della privacy: le leggi sulla gestione di dati di terzi norma il trattamento dei dati affidati ai provider, ma questi sono esposti a possibili attacchi informatici.
  4. Possibile incremento delle infezioni da malware: come già detto precedentemente, le attività completamente online possono essere maggiormente a rischio di attacchi di malintenzionati.

È bene ribadire e tener a mente che tutti i provider che offrono servizi di cloud computing si impegnano nel garantire significativi livelli di sicurezza sulla rete.

Precedente Vantaggi della collaborazione online attraverso il cloud computing Successivo Come valutare la qualità di un sito web in internet

Lascia un commento

*