Lavorare in team: Come lavorare e raggiungere gli obiettivi in team

Lavorare in team: Come lavorare e raggiungere gli obiettivi in team

Definizione di un team di lavoro

Negli ultimi quindici anni si è osservato un cambiamento radicale nelle imprese pubbliche e private, costituito da un aumento significativo del lavoro in team: persone con punti di vista e prospettive differenti si uniscono, mettono da parte il proprio interesse personale e discutono in modo aperto nel tentativo di risolvere un problema più ampio o per raggiungere un obiettivo comune.
Un team è un gruppo di persone interdipendenti per quanto riguarda le informazioni, le risorse, le abilità che cercano di unire le proprie forze per raggiungere un obiettivo comune. Ci sono cinque elementi chiave che caratterizzano un team: primo, i team esistono per raggiungere un obiettivo condiviso. Secondo, i membri del team sono interdipendenti per quanto riguarda gli obiettivi: interdipendenza significa che i membri del team non possono raggiungerli da soli, ma devono basarsi l’uno sull’altro e devono interagire per scambiarsi informazioni, competenze e risorse. Terzo, i team sono definiti e rimangono relativamente stabili nel tempo: essere definiti significa che c’è una membership chiaramente identificabile e tutti sanno chi fa parte del team. Quarto, i membri del team hanno l’autorità di gestire il proprio lavoro e i processi interni. Infine, i team operano in un contesto sociale più ampio: i team non sono isole ma svolgono il proprio lavoro nell’ambito dell’organizzazione.

A differenza di un team, un working group è costituito da persone che imparano l’uno dall’altro e condividono idee, ma non sono interdipendenti e non lavorano per raggiungere un obiettivo condiviso. I working group condividono informazioni, prospettive e punti di vista; prendono decisioni e aiutano le persone a fare il loro lavoro meglio, ma si focalizzano sugli obiettivi e responsabilità individuali.
Quindi una definizione che distingue un team da un semplice gruppo di individui con un compito comune è la seguente: un team è composto da un numero limitato di persone con abilità complementari, impegnate per un obiettivo comune, con un approccio che porta alla fiducia reciproca. Il cuore di questa definizione è che i team e le performance sono strettamente collegate.

Lavorare in team: Come lavorare e raggiungere gli obiettivi in team

Capacità di lavorare in un team di lavoro

I team devono sviluppare un approccio comune, ovvero un modo di lavorare per raggiungere gli obiettivi, che deve considerare l’aspetto economico, amministrativo e sociale. I membri che lo compongono devono essere d’accordo su chi deve fare particolari lavori, sugli orari, su particolari abilità da sviluppare e sul modo in cui il team prenderà le decisioni, compreso quando e come modificare l’approccio al lavoro. Spesso molti team sottovalutano l’aspetto interpersonale del lavoro con riguardo alla performance, ma per essere efficaci, i team devono avere sempre dei membri che assumono dei ruoli di leadership per interpretare i bisogni, supportare, integrare, ricordare e riassumere. Nei migliori team, ogni individuo assume differenti ruoli, in base alle situazioni. Ciascun individuo ha un ruolo e dei punti di forza e di debolezza che riflettono un insieme di background, talenti, personalità e pregiudizi; solo attraverso la scoperta e la conoscenza su come applicare queste risorse umane all’obiettivo comune, un gruppo di persone può svilupparsi e agire come un team. Alla base di queste lunghe, e a volte difficili interazioni, sta un processo volto alla costruzione dell’impegno in cui l’intero team esplora chi può svolgere meglio ciascun lavoro e come coordinare i ruoli di tutti gli individui. In effetti, si stabilisce un contratto sociale collegato agli obiettivi e che fa da guida al modo di lavorare insieme.
Promettendo di essere responsabile per gli obiettivi del team, ciascun componente guadagna il diritto di esprimere il proprio punto di vista sui vari aspetti degli sforzi fatti dal team. Molte persone si avvicinano ai teams con cautela in quanto l’individualismo li scoraggia dal porre il proprio destino nelle mani di altri. La fiducia reciproca nasce e si rinforza con il tempo e l’energia investiti nel pensare cosa il team vuole raggiungere e come. Quando delle persone lavorano realmente insieme verso un obiettivo comune, la fiducia e l’impegno vengono da soli. Invece i gruppi che mancano di fiducia reciproca riguardo la performance, non hanno individuato un obiettivo e un approccio comune che li sostenga come team.

Grazie all’interdipendenza per mezzo della quale i membri acquisiscono la necessaria coscienza di dipendere gli uni dagli altri e maturano la capacità di sapersi relazionare identificandosi come insieme unico basato sulle differenze, è possibile il passaggio dall’interazione all’integrazione, facendo evolvere il gruppo in gruppo di lavoro. Così facendo gli individui possono accrescere la propria identità sviluppando la collaborazione, che definisce un’area di lavoro comune basata sulle relazioni di fiducia tra i vari componenti. La negoziazione infine, permette d’identificare il punto di vista di ciascun membro per mezzo del confronto con gli altri, rappresentando il processo centrale per la collaborazione.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *