Professione Informatica: La figura del Chief Data Officer (CDO) in azienda

Professione Informatica: La figura del Chief Data Officer (CDO) in azienda

Riconosciuto l’impatto che i dati hanno sulle performance e sull’innovazione in azeinda, i dirigenti aziendali hanno compreso l’importanza di avere una persona al loro interno che svolga il ruolo di leader dei dati e guidi una crescita basata sui dati stessi. Questa persona è lo Chief Data Officer (CDO). Il CDO è il responsabile della strategia dei Big Data all’interno dell’azienda: egli definisce, sviluppa e implementa i metodi attraverso i quali l’organizzazione acquisisce, gestisce e governa i dati e cerca di identificare nuove opportunità di business sfruttando i dati in modo creativo. Data la strategicità assunta dai dati, il CDO dovrebbe essere un membro del Consiglio e rispondere direttamente al CEO.

Professione Informatica: La figura del Chief Data Officer (CDO) in azienda

Lo Chief Data Officer ha a disposizione cinque diversi modi per guidare l’innovazione e la crescita:

  • Data leverage: prevede di ricavare informazioni rilevanti e insight di valore dai dati esistenti fine di aumentare l’efficienza e la produttività, migliorare l’immagine, incrementare i ricavi o innovare per differenziarsi dai competitor;
  • Data enrichment: consiste nell’ampliamento dei Dataset attraverso la combinazione di fonti di dati interne, l’acquisizione di dati esterni dai governi o dai social media e l’integrazione di dati dei business partners.
  • Data monetization: si focalizza sulla scoperta di nuove opportunità di guadagno e ricavo, che vanno ad impattare sul modello di business esistente e sulla strategia organizzativa.
  • Data upkeep: si riferisce alla gestione e alla garanzia della qualità dei dati, considerata la loro crescente eterogeneità.
  • Data protection: è un elemento molto importante visto l’alto rischio associato al fallimento di proteggere i dati come un asset. Per proteggere i dati, il CDO collabora con il responsabile della sicurezza delle informazioni, lo Chief Information Security Officer (CISO).

Il CDO deve inoltre garantire trasparenza relativamente ai dati utilizzati e la privacy: i clienti devono essere consapevoli dei dati che sono stati raccolti su di loro e avere la possibilità di eliminarli nel caso in cui non siano stati memorizzati in modo anonimo.

Il leader dei dati deve inoltre assicurarsi che tutti i dati siano disponibili e vengano condivisi tra le varie unità organizzative, assicurando quindi una maggiore efficienza e innovazione.
Lo Chief Data Officer deve infine colmare il gap tra IT e business: essendo i Big Data una leva per il Marketing e la strategia, con il supporto dall’IT, il CDO deve essere in grado di fare gli interessi di tutti.

Il CDO deve possedere un giusto mix di competenze tecniche, di business e sulle persone per guidare il processo di cambiamento e la collaborazione in tutta l’organizzazione, a differenza del Data Scientist che invece ha un background come matematico e statistico. Uno Chief Data Officer di successo non deve solamente capire il settore e il mercato in cui opera l’azienda, ma deve anche avere una conoscenza tecnica dei dati, della loro struttura e del loro potenziale come asset. In particolare deve fornire conoscenze di business necessarie per il conseguimento della vision e della strategia, identificare le opportunità generate dai dati e ha delle responsabilità sulla gestione del bilancio per tutte le iniziative relative ai Big Data. Deve anche avere competenze di leadership e di negoziazione per essere in grado di guidare e gestire team di Data scientist e mantenere una buona collaborazione con le altri parti dell’organizzazione che si occupano dei dati. Infine il CDO deve essere dotato di skill tecniche per controllare il flusso dei dati, le fonti dei dati, le capacità dei Data vendor e altre questioni riguardanti i dati stessi e avere una certa esperienza con le soluzioni di Big Data disponibili sul mercato come Hadoop, MapReduce e HBase.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *