Professione Informatica: La figura del Data Scientist in azienda

Professione Informatica: La figura del Data Scientist in azienda

Il Data Scientist è una persona con una solida formazione in computer science, modellazione, statistica, matematica e Analytics, dotata di un forte sesto senso nel business e una grande abilità nel comunicare le sue scoperte ai leader dell’azienda tanto da influenzare l’approccio dell’organizzazione nell’affrontare le sfide di business. Egli esplora i dati da molteplici fonti al fine di ricavare insight nascosti che, trasformati, possono fornire un vantaggio competitivo o risolvere un problema urgente. Non si limita a cercare e riferire i dati, ma li osserva da diverse angolature, determinando il loro significato e scovando dei modi per applicarli. Per questo deve avere una conoscenza, almeno di base, della strategia aziendale.

Professione Informatica: La figura del Data Scientist in azienda

 

In particolare, il Data Scientist deve sviluppare le seguenti 8 competenze:

  • Basic tools: saper utilizzare un linguaggio di programmazione statistica come R e un linguaggio di querying del Database come SQL;
  • Basici statistic: essere familiari con testi statistici, distribuzioni, stimatori di probabilità e capire quali tecniche rappresentano un approccio valido;
  • Machine learning: conoscere le diverse tecniche di machine learning e capire quando implementare l’una o l’altra;
  • Data munging: sapere come affrontare le imperfezioni dei dati, quali valori mancanti, formattazione errata di stringhe o dati;
  • Data visualization & communication: essere in grado di descrivere gli insight ad altre persone sia in modo tecnico che non ed avere una certa pratica con gli strumenti di visualizzazione e dei principi alla base della codifica dei dati;
  • Calcolo multivariato e algebra lineare: essere in grado di risolvere calcoli multivariati o problemi di algebra lineare, dato che rappresentano la base delle tecniche di machine learning;
  • Software engineering: avere un forte background di software enginnering ed essere responsabili della gestione della registrazione dei dati e dello sviluppo dei prodotti guidato dai dati;
  • Pensare come un Data scientist: sentirsi delle persone in grado di risolvere i problemi, basandosi sui dati.

Oltre a queste competenze che possono essere apprese in univeristà, il Data Scientist deve possedere anche specifici tratti di personalità: deve essere curioso, desideroso di analizzare in profondità i dati per trovare delle risposte a problemi ancora sconosciuti, sicuro di sé stesso e paziente nel ricavare insight da una massa di dati, che potrebbe richiedere molto tempo e molti tentativi.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *