Professione Informatica: La figura del Digital Project Manager

Professione Informatica: La figura del Digital Project Manager

Descrizione sintetica

Il Digital Project Manager si occupa di pianificazione, gestione e controllo di progetti di sviluppo digitale. È il punto di riferimento nella realizzazione di prodotti web (inclusi siti di ecommerce e apps) per clienti operanti su suolo nazionale ed internazionale, in cui è preponderante la parte di definizione delle funzionalità (front-end e back-end), di user experience. Il ruolo richiede ottime conoscenze delle logiche di sviluppo funzionale in aggiunta a solide basi di Marketing strategico.
In altre parole, realizza strategie capaci di abbracciare più strumenti digitali, dai siti web alle app fino all’intelligenza artificiale e alla realtà aumentata. Chi si occupa di questa professione deve valutare costi e benefici delle soluzioni: in linea teorica ogni strumento può essere applicato e utilizzato al fine di valutazione e decisione.

Professione Informatica: La figura del Digital Project Manager

Competenze e mansioni

Le maggiori responsabilità di questa figura professionale sono sicuramente le seguenti:

  • Coordinamento di risorse interne ed esterne,
  • Controllo delle tempistiche, dei costi e della qualità del delivery
  • Analisi, misurazione, controllo e sviluppo dei processi aziendali per il raggiungimento di obiettivi.
  • Gestione del tempo, organizzazione del team, Ccsti/risultati del progetto, analisi delle KPI.
  • Supporto agli specialisti.
  • Creare e analizzare la reportistica del progetto e verificarne l’andamento attraverso le KPI.

Come diventare Digital Project Manager

Il primo passo da compiere è il conseguimento di una laurea specialistica o magistrale in materie tecnico o scientifiche per esempio in ingegneria informatica o informatica. Successivamente, per affinare le competenze per questa figura è possibile frequentare un Master o un corso specifico che, con un connubio di elementi teorici e pratici, fornirà la preparazione più adeguata per intraprendere la professione di Digital Project Manager. Le certificazioni gradite per questa professione sono inoltre PMP (Certified Associate in Project Management / Project Management Professional) rilasciata dal Project Management Institute e PRINCE2 (PRojects IN Controlled Enviroments) livelli Foundation e Practitioner rilasciata da APMG.
Infine, una possibile evoluzione di questa figura è sicuramente il ruolo di Chief Technology Officer (CIO).

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *