Professione Informatica: La figura del SaaS Manager

Professione Informatica: La figura del SaaS Manager

Software as a Service (SaaS)

Un sempre maggior numero di applicazioni software di utilizzo corrente sono applicazioni Web, quindi di fatto applicazioni SaaS, eseguite su computer di terzi, nonchè mantenute da questi ultimi, disponibili praticamente “on the Cloud”. Il termine SaaS viene spesso usato indistintamente al posto di Cloud computing, ma questi due termini non vanno confusi: è facilmente desumibile come il Cloud computing sia un concetto ben più esteso, che riguarda un nuovo paradigma computazionale e che comprende diverse nuove categorie di servizi, tra le quali anche SaaS. Si può quindi affermare che un’architettura di Cloud computing è in relazione con SaaS, in quanto può essere considerata come il miglior meccanismo per erogare Software as a Service.

SaaS Manager

Il Saas Manager è quella figura professionale che si occupa della gestione di tutti gli aspetti del Software as a Service. In altre parole, egli è il responsabile unico dell’avvio, pianificazione, esecuzione, controllo e chiusura di un progetto cloud per un Software as a Service facendo ricorso a tecniche e metodi di SaaS management.
Il SaaS Manager è una nuova figura, e come nella maggior parte dei casi, possiede competenze trasversali. Dovendo supportare il cliente nel prendere decisioni consapevoli, deve necessariamente avere una formazione tecnica per poter entrare nel merito delle questioni. Ma avendo sulle spalle anche la responsabilità della gestione economica del progetto, le aziende cercano profili che abbiano affinato queste competenze durante i percorsi di laurea svolti come ad esempio ingegneria informatica o informatica, o anche master specifici per questo settore.

Professione Informatica: La figura del SaaS Manager

Principali responsabilità

Una descrizione dei ruoli e delle responsabilità delle mansioni sono sicuramente le seguenti:

  • Collaborare con IT, sourcing e stakeholder aziendali per identificare e documentare tutte le applicazioni e gli abbonamenti SaaS in tutta l’organizzazione.
  • Creare un inventario trasparente e costantemente aggiornato delle istanze SaaS accessibile ai responsabili di reparto e ai proprietari di centri di costo.
  • Creare documentazione su valutazione, integrazione e governance all’interno delle migliori pratiche IT per l’adozione delle applicazioni, il provisioning delle licenze, la sicurezza, la privacy e gli utenti on e off-board.
  • Determinare le misurazioni KPI per l’ adozione, l’utilizzo e il sentimento delle applicazioni SaaS e fornisce report agli stakeholder all’interno dell’organizzazione.
  • Valutare e monitorare l’inventario delle applicazioni SaaS all’interno dell’organizzazione per un rapporto costo-efficacia ottimale, inclusa l’eliminazione dell’applicazione o la ridondanza del centro di costo.
  • Gestire i cicli di vita delle applicazioni SaaS inclusa la creazione di un calendario di rinnovo SaaS ; costruire un processo documentato di valutazione collaborativa; e sviluppare piani d’azione per le prossime date di rinnovo.
  • Sviluppare collaborazioni continue con IT, approvvigionamento, gestione dei fornitori e singoli responsabili di reparto per guidare la trasformazione digitale e aumentare il ROI, l’efficacia e l’agilità dell’organizzazione.
  • Aiutare le parti interessate a trovare gli strumenti più efficaci per aumentare l’efficacia aziendale, tra cui marketing, risorse umane, finanza e IT.
  • Guidare i team a valutare in modo indipendente le loro migliori pratiche e ad adottare una mentalità basata sul valore quando acquistano nuove applicazioni SaaS.
  • Ottimizzare gli accordi di licenza con un focus sulla valorizzazione degli accordi di licenza aziendale (ELA).

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *