Professione: La figura del web designer in azienda

Professione: La figura del web designer in azienda

Il Web Designer (User Experience/User Interface Designer) si inserisce nell’Area Tecnica e, nello specifico, nel Reparto Web Marketing di web agency e, più in generale, aziende informatiche che svolgono attività in ambito Web/Web Marketing. Opera sotto le direttive e la supervisione del Responsabile Tecnico e del Project Manager.

Professione: La figura del web designer in azienda

Il Web Designer si occupa di realizzare la grafica delle piattaforme web, curandone l’interfaccia visiva e studiandone gli aspetti comunicativi. È, quindi, la figura professionale che progetta la comunicazione visiva di un sito e crea le singole pagine web; in generale è il responsabile dell’aspetto grafico di un sito (user interface), della sua riuscita comunicativa e del coinvolgimento emotivo degli utenti che lo visitano (user experience). Il Web Designer è anche il responsabile finale della qualità di un sito web e garantisce che i siti siano accattivanti dal punto di vista grafico, abbiano un buon impatto visivo, siano semplici da navigare, compatibili con le esigenze dei visitatori e accessibili utilizzando browser e componenti diversi; a lui spetta il compito di coniugare design e navigazione mediante l’utilizzo delle tecnologie digitali disponibili. In particolare, il Web Designer traduce le esigenze, i contenuti e il marchio del cliente in concetti strutturati adatti a un sito web, progetta i componenti necessari alla navigazione, trasforma gli elementi di progettazione realizzati con software grafici in componenti utilizzabili e modificabili su un sito web, prepara il layout delle pagine del sito, decide lo stile delle pagine web a livello di grafica, layout e colori, prepara e presenta i contenuti in modo che risultino ben leggibili e ben strutturati. Infine, è responsabile del mantenimento del sito, apporta le modifiche grafiche e di codice necessarie, aggiornando e curando il sito.

Il Web Designer lavora in stretta collaborazione con tutte le altre figure che operano nell’Area Tecnica per definire le caratteristiche strutturali, grafiche e contenutistiche delle piattaforme web sviluppate dall’azienda.
Questa figura è solitamente ricoperta da laureati in Discipline delle arti figurative, della musica, dello spettacolo e della moda, in Comunicazione, in Strategie di comunicazione, in Design, in Scienze della comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, in Scienze dello spettacolo e produzione multimediale, in Architettura e, più in generale, in corsi di studio in materie umanistiche e artistiche ma anche da diplomati presso scuole d’arte o istituti professionali ad indirizzo grafico. È, comunque, fondamentale una specializzazione (anche da autodidatta) in ambito web e, in particolare, nel campo della comunicazione visiva applicate al mondo digital e alla programmazione web.

Il Web Designer deve possedere buone conoscenze pratiche di graphic design e di web design, di comunicazione visiva, delle arti visive, delle tecniche grafiche e illustrative, di computer grafica, delle discipline audiovisive e multimediali, di grafica digitale, di editoria multimediale e delle tecniche fotografiche, il tutto applicato al mondo web e digital. Deve, inoltre, possedere buone conoscenze dei linguaggi di programmazione orientati al web (php, Java, html, ecc.), dei CMS (WordPress e Joomla), dei principi di usabilità del web, dei tipi di architettura software e hardware, dei sistemi di content management (scrittura e caricamento testi sul web), oltreché in materia di organizzazione degli spazi di un sito web. Infine, deve possedere conoscenze di base delle teorie e delle tecniche di web marketing e, più in generale, della comunicazione veicolata sfruttando il web, oltreché le normative in materia di comunicazione e informazione on-line.

Per tale figura sono richieste competenze informatiche da utilizzatore esperto se non da programmatore, oltreché la conoscenza della lingua.
Completano e caratterizzano tale figura l’attitudine ad organizzare il proprio lavoro, al lavoro di gruppo e al problem solving. Deve, chiaramente, essere una persona creativa, flessibile mentalmente ma comunque molto precisa. Deve, inoltre, essere una persona curiosa appassionata di arte, cinema, teatro, ecc., quindi, di tutte quelle iniziative artistico/culturali che gli permettono di formare una solida cultura artistica e di essere sempre stimolato nella ricerca dell’originalità e dell’innovazione, ma soprattutto informato su quelle che sono le mode e i trend del momento.
Nelle aziende informatiche che si occupano dello sviluppo di software applicativi si può trovare, invece, la figura del Graphic Designer che è la figura che si occupa di ideare e sviluppare gli elementi di grafica e usabilità delle interfacce che permettono all’utente di interagire con gli applicativi; elementi di grafica e usabilità che il Programmatore e, in particolare, il Front-end Developer utilizzerà nello sviluppo tecnico/operativo delle interfacce.

Nelle aziende più strutturate, oltre al Web Designer e al Graphic Designer, è possibile trovare anche l’Art Director che è la figura professionale che si occupa di inventare e sviluppare l’idea creativa che sta alla base della parte grafica e visiva delle piattaforme web e, più in generale, degli applicativi sviluppati dall’azienda per cui lavora. In questi casi il Web Designer e il Graphic Designer si occupano esclusivamente della realizzazione esecutiva dell’idea creativa sviluppata dall’Art Director. Nelle aziende dove non sono presenti tali figure gli stessi compiti possono essere svolti direttamente dal Front-end Developer.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *