Tecnologie per i sistemi informativi sanitari territoriali

Tecnologie per i sistemi informativi sanitari territoriali

Le tecnologie dei sistemi informativi sanitari di tipo territoriale può essere distinta in:

  1. Anagrafica: comune alle componenti del sistema: medici di medicina generale e pediatri di libera scelta;
  2. Transazionale: prenotazioni nel ciclo di cura del paziente, accettazione del paziente per le prestazioni prenotate e comunicazione a piattaforme regionali.
  3. Clinica: servizi rientrano ambulatori e poliambulatori. I relativi sistemi di supporto rientrano nella integrazione con la cartella clinica elettronica (EPR) o il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE).
  4. Preventiva: i referti e la documentazione clinica prodotta sono mantenuti su database locali.

I sistemi informativi territoriali sono ancora isole applicative e costituiscono una barriera alla effettiva continuità assistenziale per questo in questi ultimi anni stanno nascendo tante nuove tecnologie per risolvere questo problema tra cui la telemedicina.

Infine, gli ambiti applicativi sono coperti da suite software :

  1. Aree funzionali (amministrazione, controllo di gestione, gestione magazzino, ecc..),
  2. Aree cliniche e dunque sistemi HIS, RIS, PACS, LIS e soluzioni per l’anatomia patologica o trasfusionale, applicativi per servizi centrali ospedalieri (ADT, CUP e così via),
  3. Funzionalità trasversali.

 

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *