Significato e Differenza tra Verifica e Validazione (V&V) nel testing software

Significato e Differenza tra Verifica e Validazione (V&V) nel testing software

Nel testing software, con i termini di verifica e validazione si distinguono le attività di controllo in base alla loro portata rispetto ai diversi tempi del processo di sviluppo, individuando con il termine verifica le attività di controllo che sono caratterizzate dall’essere circoscritte a una sola fase. Per dirla con Bohem, verifica e validazione rispondono rispettivamente alle domande:

  • stiamo realizzando correttamente il prodotto?
  • stiamo realizzando il prodotto corretto?

Obiettivo della verifica è il controllo di qualità delle attività svolte durante una fase dello sviluppo; obiettivo della validazione è il controllo di qualità del prodotto rispetto ai requisiti del committente.

Come mostrato nella figura seguente, è possibile interpretare il processo di sviluppo come una successione di lavorazioni di prodotti intermedi, la più stringente delle visioni del ciclo di vita a cascata. In questa prospettiva, un’attività di verifica è il controllo che il prodotto ottenuto al termine di una fase sia congruente con il semilavorato avuto come punto di partenza di quella fase. Per esempio, nella realizzazione di un modulo, è una tipica verifica il controllo che le specifiche del modulo siano state rispettate sia come interfaccia che come funzionalità.
La validazione è un’attività di controllo mirata a confrontare il risultato di una fase del processo di sviluppo con i requisiti del prodotto, tipicamente con quanto stabilito dal contratto o, meglio, dal documento di analisi dei requisiti. Un comune esempio di validazione è il controllo che il prodotto finito abbia funzionalità e prestazioni conformi con quelle stabilite all’inizio del processo di sviluppo.

Significato e Differenza tra Verifica e Validazione (V&V)

La validazione è un’attività normalmente prevista sul prodotto finito. Tuttavia, limitandosi ad aspetti particolari, è comunque possibile effettuare delle operazioni di validazione anche durante il processo di sviluppo. Ad esempio, l’architettura può essere validata con i requisiti; in questo caso la validazione è una preventiva assicurazione contro possibili errori di interpretazione dei requisiti.

Verifica e validazione sono attività che si sovrappongono a quelle tradizionali e concretamente produttive del processo di sviluppo e con le quali devono integrarsi nel più efficace possibile dei modi. La scoperta di un errore durante lo sviluppo è sicuramente un guadagno per la qualità del prodotto, ma è anche un evento la cui gestione va prevista.

L’organizzazione del processo di sviluppo deve prevedere e pianificare ogni attività di verifica e validazione, mediando fra la parallelizzazione e la serializzazione delle attività di sviluppo e di quelle di controllo: nel primo caso si tende a minimizzare i ritardi, nel secondo si cerca di risparmiare sulle risorse e di evitare gli sprechi.

Significato e Differenza tra Verifica e Validazione (V&V) nel testing software

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *