Immagini Bitmap – dimensioni e risoluzione

Immagini Bitmap – dimensioni e risoluzione

Le immagini Bitmat sono definite da un mosaico (mappa di bit) di piccoli rettangoli (generalmente quadratini) detti pixel (Picture Element). A ciascun pixel corrispondono, di fatto, un valore cromatico e due coordinate spaziali. I parametri che differenziano le immagini digitali di tipo bitmap tra loro sono quattro:

  • dimensioni
  • risoluzione
  • profondità di colore
  • formato

Le dimensioni

Le dimensioni assolute di un’immagine bitmap dipendono direttamente dalle dimensioni e dal numero dei pixel che la compongono lungo l’altezza e la larghezza. Le dimensioni si esprimono in millimetri, centimetri o pollici. Spesso le dimensioni vengono espresse anche in numero di pixel: in questo caso è necessario però conoscere la dimensione di ciascun pixel, valore che non è dato sapere se non si conosce la risoluzione dell’immagine, cioè quel parametro che definisce il numero di pixel per unità di lunghezza lineare.

Dimensioni di un'immagine digitale

La risoluzione

Un altro aspetto molto rilevante che caratterizza un’immagine digitale è la risoluzione. Oltre ad influenzare il peso e le dimensioni di stampa, la scelta di risoluzione determina anche il tempo che la fotocamera impiegherà per la registrazione della fotografia. Maggiore è la risoluzione, maggiore sarà il tempo di attesa fra uno scatto e l’altro. Inoltre, vi sono casi in cui è possibile effettuare la stampa a risoluzioni inferiori, per un livello qualitativo richiesto minore, come per esempio per i quotidiani (100 dpi “pixel-per-pollice”), o per stampe di grandi dimensioni (200 dpi), utilizzando risoluzioni di stampa inferiori è possibile raggiungere dimensioni maggiori.

Risoluzione di un'immagine digitale

Per risoluzione di un’immagine bitmap si intende, in pratica, il numero di pixel presenti per ogni pollice lineare (quindi sia in altezza sian in larghezza) e si esprime con la notazione ppi (pixel x inch). La risoluzione determina il dettaglio dell’immagine: maggiore è la risoluzione, migliore è la qualità dell’immagine (e maggiore il suo peso); un elevato numero di pixel permette di riprodurre maggiori dettagli e sfumature di colori migliori.

Dimensione e risoluzione sono legate da proporzionalità inversa; un’immagine ad alta risoluzione contiene pixel più piccoli e in maggior numero rispetto ad un’immagine delle stesse dimensioni ma con risoluzione inferiore.

Risoluzione di un'immagine digitale (esempio)

La profondità di colore

La profondità di colore (detta anche profondità di bit) si esprime in bit e, oltre a determinare il peso del file, definisce il numero massimo di sfumature (intervallo dinamico) o di colori che esso può assumere (espresso in potenza di 2).

Le immagini a 1 bit sono dette anche immagini al tratto o bitmap. Possono assumere soltanto due colori, generalmente bianco e nero, ma anche qualsiasi. Sono file dal peso contenuto adatti a rappresentare immagini senza sfumature.

Profondità di colore di un'immagine digitale

Precedente La Vecchia impronta digitale a favore della sicurezza informatica Successivo Formati e qualità di un'immagine digitale

Lascia un commento

*