Cosa fa e a che cosa serve l’Ingegneria del Software

Cosa fa e a che cosa serve l’Ingegneria del Software

L’Ingegneria del Software è una disciplina metodologica, cioè studia i metodi di produzione e gli strumenti fondamentali di sviluppo e misura della qualità di sistemi software complessi.
I problemi principali che affronta l’Ingegneria del Software riguardano la gestione delle risorse durante il processo di sviluppo e l’anticipazione del cambiamento dei requisiti d’uso, lo studio dei modelli di processo di sviluppo del software, lo sviluppo degli strumenti di produzione del software, gli aspetti economici dei prodotti e dei processi e ancora tanti altri.

Cosa fa e a che cosa serve l'Ingegneria del Software

Parliamo dunque di Ingegneria del Software per identificare gli studi di processi della produzione di software, principi di sviluppo, tecniche e notazioni con lo scopo ultimo di ottenere un prodotto di qualità, sviluppato nei tempi ed entro il budget previsti e che soddisfi il cliente. L’ingegneria del software affronta dunque tutte quelle problematiche di tipo manageriale, organizzativo e metodologico, per permettere che il lavoro degli sviluppatori possa essere condotto con la maggiore efficacia, avvalendosi di tecniche e modi di procedere sperimentati in contesti eterogenei, risolvendo i problemi (soprattutto di comunicazione) legati al fatto che lo sviluppo di sistemi software è un’attività intellettuale complessa, e che coinvolge una pluralità di soggetti diversi tra loro.

Infatti, la disciplina ben si adatta in tutti quei progetti che per la loro complessità:

  • coinvolgono un team di persone ciascuna con il proprio ruolo specifico
  • in cui il prodotto o la famiglia di prodotti risultanti abbia un ciclo di vita lungo
  • in cui il riutilizzo sia auspicabile per una riduzione di costi
  • in cui la manutenzione e gli ulteriori sviluppi abbiano un peso significativo.

Possiamo quindi identificare alcuni principi chiave:

  • rigore e formalismo
  • separazione dei concetti (modularità ed astrazione)
  • anticipazione dei cambiamenti
  • generalizzazione
  • scalabilità
  • produzione di componenti

Questi ed altri principi rendono l’ingegneria del software una disciplina particolarmente indicata soprattuto nel caso di sviluppo software object-oriented e progetti di qualunque dimensione.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *