Definizione di Pensiero Sistematico

Definizione di Pensiero Sistematico

Il pensiero sistematico è ciò che vede ogni oggetto come un sistema ovvero quell’entità che è possibile individuare rispetto all’ambiente in cui è inserito.

Ogni sistema (si pensi al sistema come un sistema generale e non semplicemente al sistema informatico che è oggi il più diffuso) preleva degli elementi dall’ambiente circostante in cui è inserito. Questi elementi vengono chiamati INPUT. Tutti i sistemi effettuano al loro interno attività di trasformazione. Gli elementi in trasformazione producono dei fattori che vengono poi scambiati dal sistema con l’ambiente di riferimento e vengono chiamati OUTPUT.

Il sistema non è isolato, non può esistere di per se stesso, ma ogni sistema è inserito in un ambiente. Per questa ragione ogni sistema ha dei confini, ossia un parametro che consente di definire ciò che sta dentro e ciò che sta fuori dal sistema. Però i confini del sistema sono permeabili, ossia sono possibili di passaggio.

Definizione di Pensiero Sistematico
Definizione di Pensiero Sistematico

Esempio di Pensiero Sistematico in azienda

AMBIENTE INTERNO: rappresenta l’azienda.

AMBIENTE ESTERNO: rappresenta tutti i soggetti (persone o cose) con i quali il sistema intrattiene scambi in termini di dati e informazioni.

Precedente Definizione di Sistema Informativo Successivo Definizione di informatica - information science

Lascia un commento

*