Utilizzo WiFi pubblico mediante autenticazione basata su SIM telefonica

Utilizzo WIFI pubblico mediante autenticazione basata su SIM telefonica

I calcolatori elettronici sono sempre più parte integrante della vita delle persone sia per hobby che per lavoro. Numerose attività dipendono dai calcolatori elettronici. Questa dipendenza viene ancora più accentuata dalla necessità di restare sempre e comunque connessi alla rete internet in ogni momento ed in ogni luogo. L’entrata in commercio dei tablet, dei pc portatili, degli smartphone permette proprio questo. Negli ultimi anni lo sviluppo delle tecnologie wireless unite alla banda larga hanno fatto nascere un nuovo concetto di connettività: gli Hotspot. Queste soluzioni permettono a qualunque utente dotato di un dispositivo per la navigazione in wifi, di connettersi ad internet in prossimità di questi spazi in modo del tutto legale e sicuro. I recenti cambiamenti sulle normative italiane dal 1° gennaio 2011 sulla liberalizzazione del WiFi in Italia lasciano ben sperare sull’evoluzione di questo standard. I precedenti vincoli del famigerato Pacchetto Pisanu introdotto nel 2005, nato per contrastare il terrorismo sulla rete internet, non ne ha permesso una rapida diffusione sul territorio nazionale per le sue restrittive condizioni. Resta comunque nell’interesse di chi mette a disposizione la propria connessione, come ad esempio: bar, ristoranti, aereoporti, alberghi, ecc. Oltre a ciò si vuole fornire un servizio facile, accessibile a tutti, controllato, a basso costo, autonomo e nel rispetto delle regole. Per questi motivi l’autenticazione tramite SIM telefonica si presta bene a questo ambito.

A tal proposito sarebbe utile un package di sistema standalone per la libera condivisione internet completamente personalizzabile, rispettando il più possibile i principi di sicurezza informatica.  Naturalmente la coesistenza di più utenti necessita la messa in sicurezza dalle insidie della rete e comporta un’azione di protezione della propria rete interna e dei propri dati. E’ molto importante garantire l’integrità e la segretezza delle proprie informazioni, e non è raro che queste spesso vengano violate da malintenzionati utenti della rete. Da qui nasce l’impegno per mantenere la propria rete il più possibile sicura (sicurezza informatica nelle reti) ed efficiente attraverso il set-up di strumenti addizionali, quali, un proxy dedicato al filtraggio degli elementi virali tramite l’accoppiata havp + clamav, un altro proxy server squid per i controlli di accesso ed il trac management, un controllo sulla risoluzione dei DNS ritenuti non appropriati, un servizio di NTP per la sincronizzazione dell’orario di sistema, un DHCP server per la LAN, il servizio di Captive Portal per la gestione degli utenti ed una procedura da me realizzata, per la registrazione tramite SMS di tutti gli utenti che vogliano usufruire dell’hotspot.

Precedente Pirateria software: la duplicazione dei programmi Successivo Sicurezza informatica e comunicazione digitale

Lascia un commento

*