Definizione di Trojan horse in informatica

Definizione di Trojan horse in informatica

Un trojan horse (noto in italiano con il nome di “cavallo di Troia”) è un software che deve il suo nome al fatto di celarsi all’interno di un programma apparentemente utile, per cui è proprio l’utente inconsapevolmente ad installarlo sulla propria macchina. In questo modo è possibile ottenere il controllo remoto di un sistema in maniera del tutto trasparente.  Normalmente un trojan consta di 2 file:

  • il server, che viene installato sulla macchina vittima;
  • il client, usato per pilotare a distanza il sistema

I trojan non sono in grado di diffondersi autonomamente, per cui è necessario  ingannare la vittima per spingerla ad installare i programmi fraudolenti. Spesso vengono utilizzati come alternativa ai worm e ai virus per installare delle backdoor o dei keylogger.

Definizione di Trojan horse in informatica

Rimuovere malware e virus dal computer o dallo smartphone è un’operazione particolare: se la minaccia è nota ed è stata trovata una “cura”, la procedura è generalmente molto semplice. A volte basta addirittura eseguire una scansione con il programma antivirus, se questo è aggiornato e in grado di riconoscerlo. Se invece la minaccia è molto recente o non è stata ancora trovata una cura, come nel caso delle ultime versioni del trojan Emotet, la situazione diventa più problematica.

Infine, dato che i trojan horse hanno bisogno dell’intervento inconsapevole da parte della vittima, bisogna far sempre molta attenzione quando si naviga e scarica qualunque cosa da internet, infatti in questo modo si avrà ridotto moltissimo le probabilità di infettare il tuo dispositivo.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *