Automatizzazione dei sistemi informativi aziendali

Automatizzazione dei sistemi informativi aziendali

L’automatizzazione dei sistemi informativi aziendali, per mezzo delle infrastrutture di calcolo e di comunicazione oggi disponibili, è un’attività piuttosto difficile e sicuramente non esente da rischi, e questo spesso al di là dei meriti professionali delle persone coinvolte o delle qualità degli strumenti tecnologici utilizzati e non solo per la possibile inadeguatezza di alcuni dei centri decisionali coinvolti nell’individuare e gestire le attività critiche del sistema informativo stesso. I sistemi informativi aziendali erano stati oggetto di un lungo e costante studio che aveva permesso l’individuazione e la messa in opera di tutta una serie di metodologie e di prassi, il che ha permesso la realizzazione di  strumenti  piuttosto sofisticati in un arco di tempo relativamente breve, tutto ciò ben prima dell’invenzione del computer.

La capacità dell’impresa di trattare l’informazione a livello di raccolta, elaborazione, archiviazione e trasmissione è modificata  profondamente da queste nuove tecnologie informatiche. La raccolta dei dati viene ad essere in molti casi un sottoprodotto automatico delle operazioni eseguite dal sistema informativo. Non è necessaria la presenza di un informatico specializzato per l’elaborazione dei dati presenti a sistema, e questa elaborazione può essere fatta, oltretutto, in tempi molto rapidi, tutto ciò grazie all’utilizzo di algoritmi e impostazioni predefinite. È questo, ad esempio, il caso della reportistica  periodica sull’andamento delle vendite divise per categorie di clienti e area geografica o delle statistiche sulla resa delle linee di produzione. L’elaborazione elettronica offre il grande vantaggio di  permettere contemporaneamente l’analisi sui trend complessivi e l’accesso alle informazioni di dettaglio, a differenza di quanto avveniva in precedenza con i prospetti riportati su carta, nei quali i dati di sintesi coprivano gli elementi di dettaglio. Sia l’archiviazione sia la trasmissione d’informazioni contenute su supporti  magnetici  sono  economiche ed affidabili. Un CD-ROM o un disco ottico hanno  la possibilità  di memorizzare in maniera permanente una grossissima mole di dati in uno spazio molto contenuto. La posta elettronica su rete interna o su Internet permette di trasferire con facilità e velocità messaggi e file.

La progettazione dell’organizzazione dell’impresa viene dunque modificata grazie a questa aumentata capacità di trattamento dell’informazione data dalle nuove tecnologie. Ciò potrà riguardare, ad esempio, la sequenza delle operazioni (mettendo in parallelo attività prima svolte verticalmente), la loro localizzazione (riducendo le barriere geografiche attraverso strumenti di posta elettronica) o il loro coordinamento (permettendo la codifica del sistema delle procedure e, comunque, consentendo la tracciabilità delle attività svolte).

Inoltre, il contributo dell’informatica gestionale e dei sistemi informativi aziendali è quello di offrire strumenti efficienti ed economici per l’azienda.

Precedente Strumenti informatici efficienti ed economici in azienda Successivo Differenze tra sistemi ERP e sistemi informativi tradizionali

Lascia un commento

*