Le caratteristiche fondamentali del Digital Marketing

Le caratteristiche fondamentali del Digital Marketing

Le caratteristiche fondamentali del Digital Marketing

Creare i migliori contenuti possibili

Rendere i propri contenuti memorabili e coinvolgenti è un mestiere che richiede diverse abilità. Vengono individuate sei caratteristiche per un messaggio efficace, ovvero i principi guida per crezione dei contenuti:

  • Semplicità;
  • Sorpresa e originalità;
  • Concretezza;
  • Credibilità;
  • Emozioni;
  • Storie.

Riuscire a metterli in pratica significa ritrovarsi sulla buona strada nella creazione di contenuti di qualità.

Scrivere titoli in grado di attirare l’attenzione

In passato bisognava necessariamente acquistare un contenitore d’informazioni completo e si aveva scarsa libertà nella scelta del contenuto informativo più interessante.

Nei Social Network, è invece possibile attingere informazioni da una grande quantità di contenuti liberi che possono essere consultati a seconda della loro capacità di catturare l’attenzione.

Alcuni saranno in grado di colpire il cuore e la testa dei lettori, altri, ritenuti poco interessanti, potranno essere esclusi con estrema facilità.

Per evitare che ciò avvenga è fondamentale scrivere un buon titolo, perchè esso è il primo elemento letto dai fugaci navigatori del web.

E’ sufficiente riuscire a sfruttare i momenti giusti catturando l’attenzione dei nostri lettori, ottenendo così il click al link che potrà apparire in un tweet, in una pagina dei risultati dei motori di ricerca oppure in un post di Facebook.

Creare contenuti focalizzati

Le aziende di successo conoscono i propri clienti, ne comprendono i problemi, intuiscono i loro desideri e punti di dolore.

Il contenuto di un sito, oppure di un blog, di conseguenza, deve essere focalizzato su di essi e sull’ecosistema degli argomenti di loro interesse, deve essere in grado di fornire risposte e deve soddisfare i desideri più profondi risolvendo ogni dubbio.

Dare ai contenuti una struttura coerente

Una società con poco tempo a disposizione, viene stimolata in modo travolgente e continuamente  da messaggi, idee e informazioni.

In questo flusso continuo è difficile selezionare, per questo motivo la vera sfida non è cosa leggere, bensì cosa “non leggere”.

Bisogna immaginarsi di fronte ad un muro rappresentato da testo senza struttura. Occorre quindi utilizzare:

  • Frasi brevi;
  • Brevi paragrafi;
  • Sottotitoli;
  • Punti elenco;
  • Elenchi.

Rendere facile la condivisione

Il contenuto deve essere progettato e costituito per il web seguendo un’ottica sociale.

I pulsanti di condivisione sono fondamentali, facili da trovare, non vanno assolutamente trascurati. Oltre la visibilità sono necessari i contatori che mostrino quante volte un articolo sia stato condiviso suTwitter, Facebook o LinkedIn.

Ottimizzare per i motori di ricerca

Facebook e Twitter sono considerati di moda, ma Google non deve essere dimenticato.

Dare una voce al brand

Ogni marchio, sia personale, sia aziendale, ha una certo tono, una sua voce che può essere tagliente, avventurosa o addirittura conservatrice. I brand personali non sono così diversi dai marchi aziendali e la creazione di contenuti deve seguire la stessa logica.

Creare contenuti multimediali

Il potere delle parole non deve essere sottovalutato, ma il web “visivo” esige di più. Bisogna creare e pubblicare i contenuti seguendo una logica multi-media creando lo stesso messaggio in una varietà di formati.

Più un messaggio sarà multimediale, più aumentarà il numero dei sensi coinvolti dai destinatari e maggiore sarà il loro successo. Creare e pubblicare video, podcast, immagini e infografiche è solo l’inizio, non è un punto d’arrivo. Non dimenticate anche i white paper, gli ebooks e le trascrizioni. La vostra strategia media dipende dal vostro target di riferimento, composto da alcuni che amano leggere e da altri che preferiscono guardare.

Distribuite su più social network

Non date per scontato che il pubblico sia solo su Facebook perchè ognuno di loro ha preferenze diverse in termini di social network. Alcuni preferiscono Twitter, altri amano Pinterest, altri ancora fanno parte di quel miliardo di visitatori unici mensili di YouTube. I contenuti sono gli stessi, ma le reti sono diverse. L’obiettivo è l’ubiquità, questo crea fiducia e fa crescere la consapevolezza del marchio e la credibilità.

Convertire i lettori in acquirenti

Creare del contenuto senza un obiettivo è una perdita di tempo e di denaro per le imprese e per i brand.

Gli obiettivi dei contenuti possono essere di diverso tipo, ad esempio:

  • Ottenimento di abbonati per la vostra lista email;
  • Incremento di iscrittti alla pagina Facebook;
  • Immediata vendita di un prodotto o servizio.
Precedente La differenza tra marketing tradizionale e marketing digitale Successivo Le principali strategie del Digital Marketing

Lascia un commento

*