Cosa sono le conversioni di un sito web e come misurarle

Cosa sono le conversioni di un sito web e come misurarle

Gli utenti che visitano un sito web, oltre a consultare le pagine, possono compiere una determinata azione, detta conversione (o conversioni sito web). Questa può riguardare l’acquisto di un prodotto, l’iscrizione a una newsletter, la compilazione di un form, una richiesta  di informazioni, l’importante è che sia un’azione rilevante per l’impresa. Non c’è limite al tipo di conversioni su un sito web, l’importante è che vengano definite prima dell’attività pubblicitaria e che ogni azione sia sempre tracciabile.

Conversioni sito web e come misurarle

Per misurare la performance in termini di conversioni vengono utilizzate metriche standard e comuni a tutti i software di web analytics. Un primo indicatore è il CPV (Cost Per Visit). Questa metrica viene utilizzata per stabilire il costo da sostenere per fare in modo che un nuove visitatore arrivi sul sito web. La formula per calcolare il CPV è:

CPV= investimenti pubblicitari / visitatori

Attraverso questo calcolo è possibile conoscere il costo di ogni singolo visitatore che è entrato nel sito.

Un’altra metrica utilizzata per misurare le conversioni è il CPA (Cost Per Acquisition), ovvero il costo per acquisizione. Tale indice permette di misurare il costo sostenuto per ottenere una conversione ed è dato dal rapporto tra il numero di conversioni e gli investimenti pubblicitari sostenuti per ottenerle:

CPA= investimenti pubblicitari / conversioni

Il calcolo permette di sapere che ognuno dei potenziali clienti è costato un certo numero di euro. Sulla base di questo dato l’azienda può stabilire se la spesa effettuata è sostenibile o eccessiva rispetto al valore che ogni cliente fornirà attraverso un eventuale acquisto. Si tratta di misurare quanti dei contatti raccolti si trasformano in clienti effettivi.

Un’ulteriore metrica di misurazione delle conversioni è il ritorno  sull’investimento (ROI – Return On Investment). Il ROI sugli investimenti pubblicitari è calcolato come ritorno sulle vendite meno i costi pubblicitari, diviso il costo della pubblicità:

ROI= (ritorni sulle vendite – costi di pubblicità) / costi di pubblicità

Con questa metrica si può affermare che la campagna pianificata ha ottenuto il “numero%” di ritorno sull’investimento ed è possibile valutare positivamente o negativamente le attività svolte.

Precedente Visite sito web: pagina di entrata, pagina di uscita e fonti di traffico Successivo Cos'è un Internet Service Provider (ISP)?

Lascia un commento

*