Come funziona il posizionamento sui motori di ricerca

Come funziona il posizionamento sui motori di ricerca

Creare un sito senza che sia visibile ai motori di ricerca non ha alcun senso perché è come se il sito non esistesse. Per tale motivo risulta necessario posizionarlo all’interno dei motori di ricerca (operazione di posizionamento sui motori di ricerca), aumentandone la visibilità qualsiasi sia la query richiesta dall’utente.

Aumentare la visibilità del sito significa accrescerne il traffico mediante un incremento del numero dei visitatori e dei clienti. Quindi il posizionamento si rivela particolarmente importante come strategia di marketing per migliorare l’immagine e aumentare la popolarità di un’azienda. Attualmente i motori di ricerca sono uno degli strumenti più utilizzati nel web: infatti da una ricerca condotta da OTO Research, su un campione di 2000 utenti Internet residenti in Italia, risulta che:

  • la quasi totalità degli italiani online utilizza almeno un motore di ricerca; l’89% li usa su base quotidiana;
  • il 93% degli italiani online ritiene i motori di ricerca lo strumento più efficace per cercare informazioni, prodotti e servizi;
  • l’87% degli italiani online utilizza i motori di ricerca per trovare informazioni decisive per un acquisto;
  • l’88% di questi, una o più volte, ha deciso l’acquisto di un prodotto o di un servizio basandosi sulle informazioni ottenute attraverso i motori di ricerca.

Tutti gli utenti che usano un motore di ricerca potrebbero essere potenziali clienti di un’azienda pubblicizzata in Internet attraverso un sito web. Sorge però il problema che non è sufficiente essere visibili dai motori di ricerca, ma bisogna anche riuscire a scalare la vetta dei risultati, perché il 70% dei visitatori non esamina i risultati che si trovano oltre la quarta pagina.

Questo accade perché il motore di ricerca risponde subito alla query dell’utente inserendo dieci risultati di ricerca per pagina, quindi ciò significa che, dopo aver visualizzato le prime tre pagine, l’utente ha avuto la possibilità di visitare trenta siti web che appartengono alla concorrenza.

Come funziona il posizionamento sui motori di ricerca

Per tutte queste motivazioni oggi molte imprese già hanno avviato una serie di investimenti nel campo del posizionamento sui motori di ricerca, o quanto meno hanno l’intenzione di attivarsi in questo settore. Il loro scopo è quello di ampliare il numero di clienti al fine di avere anche un riscontro economico. A tale proposito, le aziende si avvalgono dell’aiuto di due figure professionali che sono il SEO (Search Engine Optimizer) e il SEM (Search Engine Marketing).  Il SEO si occupa di ottimizzare il sito per i motori di ricerca in modo da renderlo Search Engine Friendly, cioè amichevole ai motori di ricerca. L’obiettivo del SEM è invece quello di convertire il numero dei visitatori in clienti per l’azienda e quindi rendere il sito User Friendly.

In pratica si capisce come il SEO sia fondamentale per compiere il primo passo nel processo di marketing dei motori di ricerca, ma è anche vero che soltanto un buon SEM può garantire un aumento degli introiti alle aziende. Le due attività sono perciò da considerare come complementari.

Precedente Motori di ricerca e spider: Google e Googlebot Successivo Tecniche SEO (Search Engine Optimization) e la figura SEO Specialist

Lascia un commento

*