Risorse di un sistema informativo

Risorse di un sistema informativo

Risorse di un sistema informativo

Le risorse di un sistema informativo sono l’insieme delle entità (dagli operatori alle componenti hardware, dal software di base a quello applicativo) necessarie al suo funzionamento.

Dal punto di vista della sicurezza, non è importante distinguere fra le risorse che costituiscono il sistema (i.e. le sue componenti) e le risorse delle quali ha bisogno per funzionare: si tratta in ogni caso di risorse “critiche” e quindi da proteggere.

Anticipando alcuni concetti meglio esposti nella sezione sugli aspetti metodologici, che saranno trattati meglio nei prossimi articoli, per proteggere un sistema occorre innanzitutto identificarne le risorse e valutare il rischio legato agli eventi (indesiderati) che possano minacciarne la integrità.

Una classificazione delle tipologie di risorsa comunemente presenti in un sistema informativo è utile per procedere in modo sistematico ed esaustivo nella identificazione delle risorse stesse. Possiamo in particolare distinguere fra risorse fisiche e logiche.

Le principali risorse fisiche solitamente presenti in un sistema informativo moderno sono calcolatori (server e postazioni di lavoro), periferiche (scanner, stampanti, modem), apparecchiature di rete, i locali che ospitano le apparecchiature e gli impianti di alimentazione e condizionamento di tali locali. Vale la pena osservare che anche gli operatori umani possono essere considerati per certi aspetti come risorse fisiche.

Le risorse logiche presenti in un sistema informativo moderno sono tipicamente i moduli del software applicativo e del software di base (DBMS, Sistema Operativo, Software di Rete), le basi di dati, i registri di configurazione dei dispositivi (per esempio router). Anche in questo caso, possono essere considerate come risorse logiche anche l’insieme delle regole organizzative e comportamentali degli operatori umani.

E’ importante osservare infine come il corretto funzionamento di una risorsa possa dipendere da quello di altre. Questo aspetto, che nella sezione metodologica viene definito come “dipendenza funzionale fra risorse” è alla base dei fenomeni di propagazione dei guasti, e va tenuto in conto nel valutare i danni che un determinato attacco è in grado di apportare.

Precedente Necessità della sicurezza informatica per i sistemi informatici Successivo Tecnologie per i sistemi informativi sanitari territoriali

Lascia un commento

*