Caratteristiche e funzionamento del Mobile Edge Computing

Caratteristiche e funzionamento del Mobile Edge Computing

L’unione del paradigma Fog computing con il campo strettamente mobile, crea un nuovo vantaggioso modello, il Mobile Edge Computing (MEC). Di Questa nuova tecnologia, che sta rece ntemente prendendo piede all’interno del panorama architetturale dei sistemi mobili distribuiti, ne è in corso un tentativo di standardizzazione, da parte dell’autorevole European Telecommunications Standards Institute (ETSI).

L’idea alla base del modello è il trasporto delle possibilità o fferte dal Cloud sull’edge delle reti mobili, rappresentato dalla Radio Access Network (RAN), che concettualmente è quella parte dell’infrastruttura di rete che connette i dispositivi final i alla rete Internet esterna. Praticamente il MEC può essere visto come un server Cloud, installato in prossimità dei dispositivi mobili, in una rete ad accesso radio, che effettua delle operazioni specifiche che non è possibile portare a termine con una tradizionale infrastruttura Cloud. Lo sviluppo tecnologico della componentistica installata sugli apparati di rete ha permesso un ampliamento considerevole delle possibilità di guadagno conseguenti all’abilitazione di una serie di servizi residenti sull’edge network. Una nuova catena di valore viene a creare diverse opportunità per gli operatori mobili, che posson o aprire la loro infrastruttura a terze parti; come, ad esempio, a gli sviluppatori che riusciranno a progettare le loro applicazioni consapevoli di potersi interfacciare con un ambiente caratterizzato da una latenza molto bassa e una banda passante elevata.

I provider provvederanno, invece, all’evoluzione degli apparati RAN, i quali andranno ad arricchire le funzionalità dei servizi ospitati, fornendo ai dispositivi mobili supporto real time e informazioni contestuali sulla rete. I server MEC potranno essere eseguiti tanto sulle attuali centraline LTE (Long Term Evolution) che si occupano delle connessioni mobili di quarta generazione, che sugli apparati delle reti 3G. All’interno, invece, i server MEC potr anno essere installati sugli access point Wi Fi che aggregano clienti presenti in siti specifici, come ospedali, aeroporti o uffici aziendali, sia pubblici che privati.

Caratteristiche e funzionamento del Mobile Edge Computing

L’arricchimento delle funzioni di rete risulta trasparente all’utenza finale che ne ben eficia assistendo ad un aumento della percezione positiva (QoE , Quality of Experience) sui servizi utilizzati. L’accesso ai contenuti e alle applicazioni è accelerato; in quanto esse risiedono in una parte della rete prossima all’utenza che massimizza la v elocità dell’interazione. La contestualità di cui viene arricchita la comunicazione, sia geografica che per quanto riguarda le condizioni di rete, viene ad assumere un valore aggiuntivo per le applicazioni, che possono specializzarsi automaticamente a seco nda del valore di questi parametri e ottimizzare la corrispondenza tra le parti.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *