Che cos’è e a cosa serve un diagramma di flusso (flow chart)

Che cos’è e a cosa serve un diagramma di flusso (flow chart)

Un algoritmo è una precisa e completa serie di istruzioni atte a risolvere un determinato problema, ossia nel suo complesso è il programma o procedimento risolutivo. Ovviamente le azioni descritte dall’algoritmo, ossia le istruzioni, saranno poi eseguite da un esecutore ed affinché esse siano eseguite correttamente bisogna che siano comprensibili ed eseguibili dall’esecutore.

Che cos'è e a cosa serve un diagramma di flusso (flow chart)

I diagrammi di flusso (flow chart)

Un algoritmo può essere espresso in vari modi: oltre ai linguaggi di programmazione sono stati sviluppati dei linguaggi, detti semiformali, adatti alla fase di sviluppo di algoritmi. Essi presentano alcune caratteristiche di formalità tipiche dei linguaggi di programmazione, ma permettono l’utilizzo di descrizioni in linguaggio naturale, pertanto non rigorose. Tali linguaggi spaziano da una semplice lista di cose da fare sino allo pseudocodice ed ai diagrammi a blocchi. Il primo sistema va bene finché si tratta di eseguire una serie di operazioni in sequenza, ovvero di estrema semplicità e senza possibilità di equivoci. Il secondo sistema consiste nel rappresentare l’algoritmo mediante una sequenza di comandi o pseudoistruzioni, di cui alcune indicheranno delle azioni elementari, altre sequenze di azioni più complesse, il tutto in un linguaggio codificato simile a quello umano.

È però possibile codificare le operazioni con dei simboli grafici creando così i diagrammi di flusso (o in inglese flow chart), blocchi di varie forme geometriche connessi da archi orientati. La direzione degli archi indica il flusso di controllo, mentre la forma dei blocchi indica la natura del blocco stesso (operazione, confronto, operazione di I/O). Ciascuna istruzione è inclusa in un blocco ed i blocchi sono collegati tra loro ed indicano l’ordine con il quale le istruzioni devono essere svolte.

Una caratteristica essenziale della stesura di un diagramma di flusso è certamente la leggibilità: per ottenerla bisogna che siano rispettate alcune regole e convenzioni di scrittura. A livello di standardizzazione internazionale si è stabilito un sistema di simboli standard con i quali costruire i diagrammi a blocchi. Teoricamente ciascun programmatore potrebbe ideare un proprio sistema di rappresentazione dei diagrammi: in questo modo però si avrebbe un problema di comunicabilità in quanto altri programmatori, non conoscendo il sistema di simboli utilizzati, non comprenderebbero la logica dell’algoritmo.

Esempio diagramma di flusso (flow chart)
Diagramma di flusso dell’algoritmo per il calcolo della media
Precedente Caratteristiche del tracker e client nel protocollo torrent Successivo Differenza tra Grid computing e Cloud computing in informatica

Lascia un commento

*