Nuove tecnologie: Differenza Virtual Reality (VR), Augmented Reality (AR) e Mixed Reality (MR)

Nuove tecnologie: Differenza Virtual Reality (VR), Augmented Reality (AR) e Mixed Reality (MR)

Nuove tecnologie

L’avvento delle nuove tecnologie informatiche è stato determinante per cambiare le logiche di mercato e per soddisfare i bisogni dei consumatori. Infatti, man mano che si inventano nuovi tipi di tecnologie, muta a sua volta anche la richiesta di esperienze da parte dei consumatori, i quali, ora, possono viverle sia fisicamente che virtualmente grazie all’avvento della Realtà Virtuale (Virtual Reality, VR), Realtà Aumentata (Augmented Reality, AR) e della Realtà Mista (Mixed Reality, MR).

A questo proposito, nel panorama internazionale, molte aziende stanno investendo in queste nuove tecnologie, proprio per soddisfare le esigenze dei consumatori, che prima di procedere all’acquisto di un bene o servizio vogliono provarlo, in modo tale da evitare di incorrere in situazioni spiacevoli una volta che si ritrovano a possederli.
Con queste tecnologie ciò che si vuole stimolare inoltre nel cliente è l’effetto Wow, ossia che sia in grado di sorprendere, che lasci il cliente senza parole, che lo stupisca, che lo porti a percepire l’azienda come distinta dagli altri competitors, e in grado di dare un’esperienza sempre più coinvolgente agli individui che li scelgono.

Le potenzialità di queste tre nuove tecnologie sono evidenti, infatti con l’avvento di esse si può dire che la barriera dello spazio e del tempo sia stata notevolmente ridotta; ad esempio si può vedere come veste un determinato vestito sul proprio corpo, si può vedere come sta un mobile nel proprio soggiorno, come sarà il villaggio vacanze e tante altre cose che prima non si potevano fare se non dopo l’acquisto. Gli unici strumenti di cui si ha bisogno sono uno Smartphone o un Tablet nel caso della realtà aumentata, e di visori nel caso della realtà virtuale e mista.

Differenza Virtual Reality (VR), Augmented Reality (AR) e Mixed Reality (MR)

In letteratura i termini Augmented Reality (AR) e Mixed Reality (MR) compaiono in associazione al termine Virtual Reality (VR). Sebbene i sistemi AR impieghino alcune delle tecnologie usate nei sistemi di Virtual Reality è preferibile utilizzare il termine Augmented Reality nel caso in cui non sia necessario l’utilizzo di un ambiente totalmente virtuale, ma si richieda comunque una integrazione della realtà mediante strutture di tipo virtuale.

Infatti mentre la Virtual Reality tende a sostituire in toto la visione del mondo reale, la Augmented Reality mira ad arricchirne la rappresentazione mantenendo però una connessione con la “realtà”.
Infine, la Mixed Reality (MR) è il termine comunemente usato per riferirsi ad ambienti che combinano oggetti reali e virtuali con rappresentazioni visive dello spazio reale e virtuale.

Nuove tecnologie: Differenza Virtual Reality (VR), Augmented Reality (AR) e Mixed Reality (MR)

La mappatura (tracking) della posizione dell’utente e della prospettiva relativa al suo punto di vista, necessaria per sovrimporre informazioni all’immagine del mondo reale, è affidata a diverse tipologie di sistemi di tracking. Tra questi troviamo dispositivi ad ultrasuoni, meccanici, ottici, elettromagnetici e inerziali, tutti caratterizzati da sei gradi di libertà.
Tutti i processi relativi al perseguimento di un perfetto allineamento tra reale e virtuale vanno sotto il nome di “calibrazione di un sistema AR”.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *