Sito web: Cosa significa User-friendly e perchè è importante

Sito web: Cosa significa User-friendly e perchè è importante

La scelta dell’aspetto grafico di un sito Web è basata su attività apparentemente semplici, come scrivere testi, scegliere colori, selezionare gli argomenti da trattare. In verità queste attività apparentemente banali, che richiedono competenze specifiche, fanno la differenza fra un sito Web efficace e uno meno.
Ma cosa deve avere un sito Web per spiccare in un ambiente con un così alto tasso di concorrenza?

È fondamentale garantire una navigazione intuitiva, quindi dare all’utente la possibilità di trovare ciò che gli serve nel minor numero di click.
Per ottenere questo risultato è bene strutturare correttamente la gerarchia dei contenuti e organizzare in maniera intelligente i menu.
Inoltre, bisogna studiare un design che rispecchi la realtà aziendale nei colori, nelle immagini e nei contenuti. È sempre consigliato utilizzare un layout pulito, ma non privo di contenuto, dando maggior risalto alle informazioni più importanti.
I contenuti sono molto importanti anche per l’indicizzazione nei motori di ricerca, oltre che per l’esperienza utente. Proprio in merito all’utente, è bene pensare quali azioni cerchi di intraprendere più spesso sul sito simulandone il comportamento e aggiornare le pagine a seguito dello sviluppo, se tale comportamento varia.

Sito web: Cosa significa User-friendly e perchè è importante

Quando navighiamo sul Web, per buona parte del tempo eseguiamo azioni a noi familiari (utilizziamo i social, leggiamo gli articoli pubblicati sul nostro blog preferito, ascoltiamo la musica).
Capita però che si cerchino informazioni nuove su siti nuovi e si ha fretta di reperirle mentre si impara a usare per la prima volta la nuova piattaforma.
Se il sito risulta essere intuitivo, ovvero user-friendly, tale processo è agevolato. Come ci si può aspettare, non è sempre così. Spesso visitando alcuni siti ci rende conto che risultano poco intuitivi. In tal caso ci sarà un’alta frequenza di rimbalzo, ovvero un’alta percentuale di utenti che abbandona il sito

Dunque, come suggerisce Steve Krug, autore del libro “Don’t make me think”, chi approda su un sito non deve porsi domande su come fare o trovare ciò a cui è interessato: “l’internauta non dovrebbe avere nemmeno il tempo di pensare, ma riuscire a trovare quasi a colpo d’occhio ciò che sta cercando.”.
Per rendere facilmente utilizzabile un sito occorre dare un nome non ambiguo alle sezioni del menu, far percepire visualmente l’idea che un certo link è cliccabile e fornire delle opzioni di ricerca agevolanti in base ai contenuti del sito.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *