Vantaggi del risk management in azienda per prestazioni migliori

Vantaggi del risk management in azienda per prestazioni migliori

Per essere efficaci nel loro business, ad oggi le aziende non possono più astenersi dal valutare tutti quegli ostacoli e opportunità rispetto al raggiungimento di obiettivi di business cui solitamente ci si riferisce col termine “rischio”.

La disciplina che si occupa di questa problematica è l’Enterprise Risk Management, che a prescindere dalla prospettiva scelta, costituisce uno dei pilastri principali dei sistemi GRC. Parafrasando una definizione del CoSO (Committee of Sponsoring Organisations of the Treadway Commissions), l’ERM è “un processo attuato dagli Amministratori e dal Management di ciascuna struttura aziendale nell’ambito della definizione delle strategie e riguarda tutta l’organizzazione, al fine di identificare gli eventi potenziali che possono influenzare l’organizzazione, e gestire i rischi entro il livello di rischio ritenuto accettabile, al fine di fornire una ragionevole certezza del raggiungimento degli obiettivi”. Da questa definizione emerge come l’attività Risk Management sia strettamente connessa a quella precedente di Governance.

Vantaggi del risk management in azienda per prestazioni migliori

Per gestire le diverse tipologie di rischio, spaziando da quelle prettamente operative relative per esempio alla qualità e alla sicurezza negli impianti fino a quelle strategico/finanziarie legate ad esempio al mercato e al credito, è necessario un sistema di controllo univoco e integrato (come il sistema GRC, sistemi di Governance, Risk Management e Compliance Management): lo standard ISO 31000:2009 costituisce la linea guida nello sviluppo di un framework metodologico che permette di raggiungere tale traguardo. Basandosi su questo standard, grazie alla maggiore consapevolezza nel processo decisionale dovuta alla conoscenza di tutti i rischi cui l’azienda è sottoposta, i manager possono stabilire congiuntamente i piani d’azione e il livello di rischio accettabile, trovandone un corretto allineamento (ovvero, identificando linee di azione efficaci). Come diretta conseguenza, l’azienda dovrebbe considerare il rischio non in una mera accezione negativa, ma come un’opportunità e fattore abilitante per meglio comprendere lo stato attuale dei suoi processi per puntare da un lato a ridurre frequenza e magnitudo degli imprevisti e i costi (ovvero perdite) a loro associati e, contemporaneamente, dall’altro ad aumentare frequenza e magnitudo delle opportunità e i vantaggi, anch’essi, a loro volta, associati. Unitamente al beneficio economico immediato di cui si è appena accennato, un sistema integrato di Risk Management consente di aumentare la trasparenza verso il mercato e, allo stesso tempo, di tutelare la reputazione dell’Impresa.

Il motivo per cui le aziende sono sempre più interessate ad avere strumenti di Risk Management è dovuto alla crescente complessità di gestione dell’impresa, per esempio derivante da fenomeni quali la globalizzazione e la sempre maggior importanza di tematiche quali la sostenibilità ambientale. Le piattaforme GRC comprendono al loro interno il modulo di Risk Management proprio per rispondere a queste necessità/problematiche. Ne elenchiamo dettagliatamente qui in seguito i benefici:

1. L’integrazione delle attività di Risk Management consentita dall’utilizzo di sistemi GRC permette da un lato di evitare inutili duplicazioni e ridondanze di tali attività, dall’altro di individuare i rischi “nascosti” e le possibili interdipendenze tra di essi, proponendone soluzioni univoche, in virtù anche del fatto che i sistemi più all’avanguardia si basano sullo standard ISO 31000:2009 relativo, appunto, al Risk Management.

2. Potendo determinare la soglia massima di incertezza (dovuta al rischio intrinseco nell’attività d’impresa) che l’azienda è disposta ad accettare, l’attività di Risk Management consente di allineare le strategie aziendali a tale soglia. Il management può fissare gli obiettivi strategici basandosi su una solida analisi del rischio, avendo così maggiore consapevolezza nel processo decisionale: questo porta alla possibilità di prendere decisioni più efficaci, interpretando così il rischio proattivamente, come un’opportunità, per migliorare ad esempio l’impiego di capitale e/o le performance operative e minimizzando la volatilità dei risultati.

3. L’attività di Risk Management aiuta ad abbattere alcuni costi aziendali. Oltre alla riduzione di costi “visibili”, come quelli assicurativi (si pensi per esempio alla possibilità da parte dell’impresa di far leva sul fatto di avere un sistema di gestione del rischio – e quindi un rischio controllato – per ottenere un premio assicurativo vantaggioso), l’approccio risk-based consente alle imprese di ridurre anche quei costi più “nascosti” come – per citare un esempio eclatante – quelli collegati alla non-sicurezza sul posto di lavoro.

4. Disponendo di informazioni strutturate e sempre aggiornate in virtù di sistemi documentali efficaci e fruibili, grazie ad una analisi di rischio continuativa nel tempo, il modulo Risk Management dei sistemi GRC permette di evitare l’interruzione di business e le conseguenti perdite finanziarie, di fiducia, di immagine e di clientela.

5. Grazie ad un sistema di monitoraggio continuo delle prestazioni attuali (KPI – Key Performance Indicators) e future (KRI – Key Risk Indicators), le piattaforme GRC possono offrire un’ampia gamma di dati sui risultati dell’azienda, assicurando un’elevata trasparenza a shareholder interni (ovvero gli azionisti) e stakeholder esterni (quali le banche, i finanziatori, ecc.). Inoltre, l’adozione da parte delle aziende di sistemi GRC certificati, tutela i portatori d’interesse che decidono di avviare rapporti con esse, o quanto meno, in generale, comporta maggiore attrattività in termini di investimenti. Ecco che la possibilità di valutare il rischio impatta positivamente anche sulla ricerca di finanziatori e investitori.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: https://vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *