Professione Informatica: La figura del Ragioniere programmatore

Professione Informatica: La figura del Ragioniere programmatore

L’indirizzo Ragionieri Programmatori prevede di formare un ragioniere, specializzato in informatica, che oltre a possedere una buona cultura generale corredata da adeguate capacità linguistico-espressive e logico-interpretative, abbia conoscenze ampie e sistematiche dei processi che caratterizzano la gestione aziendale sotto il profilo economico, giuridico, organizzativo, contabile ed informatico. Deve possedere conoscenze in ambito informatico, giuridico, economico e gestionale tali da consentirgli di poter operare consapevolmente all’interno di un sistema aziendale automatizzato. Il diploma di ragioneria inidizzo informatico, come tutti i diplomi, dà accesso a corsi post diploma di specializzazione e a tutte le facoltà universitarie.

Professione Informatica: La figura del Ragioniere programmatore

Profilo professionale

Il Ragioniere Programmatore, al termine del corso di studi, sarà in grado di:

  • svolgere i compiti tipici della figura del ragioniere quali la redazione e la gestione di documenti contabili, ottemperando alle norme legislative che li regolano;
  • eseguire i principali adempimenti amministrativi.

In particolare il Ragioniere Programmatore saprà:

  • cogliere gli aspetti organizzativi e procedurali delle varie funzioni aziendali anche per collaborare a renderli coerenti con le funzioni del sistema;
  • operare all’interno del sistema informativo aziendale automatizzato per favorirne la gestione e svilupparne le modificazioni;
  • utilizzare metodi, strumenti, tecniche contabili ed extracontabili per una corretta rilevazione dei fenomeni gestionali;
  • redigere ed interpretare i documenti aziendali, interagendo con il sistema di archiviazione;
  • collocare i fenomeni aziendali nella dinamica del sistema economico-giuridico a livello nazionale e internazionale;
  • interpretare in modo sistemico strutture e dinamiche del contesto in cui opera;
  • analizzare situazioni e rappresentarle con modelli funzionali ai problemi ad alle risorse tecnologiche disponibili;
  • individuare strategie risolutive, ricercando ed assumendo le opportune informazioni;
  • valutare l’efficacia delle soluzioni adottate ed individuare gli interventi necessari;
  • partecipare al lavoro organizzato, individualmente o in gruppo, accettando ed esercitando il coordinamento;
  • affrontare il cambiamento, sapendo riconoscere le nuove istanze e aggiornando le proprie conoscenze.

Sbocchi professionali

Gli sbocchi professionali della figura del Ragioniere Programmatore sono:

  1. In ambito aziendale: nei settori amministrativi dell’Industria, del Commercio, dell’Artigianato, degli Istituti di Credito, delle Assicurazioni, delle Software- Houses, delle Aziende di Servizi in genere e di marketing.
  2. Nel pubblico impiego: Enti pubblici in genere, infatti il corso di studi è abilitante per l’insegnamento di Laboratorio di Informatica Gestionale negli Istituti Tecnici Commerciali.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *