A cosa serve un software ERP e gestionale nel project management

A cosa serve un software ERP e gestionale nel project management

ERP e gestionale

L’Information Technology (IT) diffusasi ovunque su larga scala a partire dagli anni ’80 e ’90, non ha di certo lasciato esente il settore aziendale. Tecniche innovative specializzate nel garantire uno snellimento nella gestione dei vari processi aziendali hanno infatti condotto sempre più imprese alla decisione di optare per l’acquisto di software cosiddetti ‘gestionali’, in inglese ERP (Enterprise Resource Planning, sigla traducibile come pianificazione delle risorse d’impresa).

Il fine a cui tende un’azienda che opta per un software ERP è quello ottimizzare il controllo e la gestione di tutti i processi organizzativi aziendali, e ciò può essere realizzato introducendo una sorta di struttura architettonica virtuale che faccia da sostegno all’intero management. Tale sostegno può essere ottenuto proprio grazie all’introduzione di un ERP sul quale far poggiare tutto il peso informativo, organizzativo e operativo dell’impresa.

L’ERP è un pacchetto informativo che raggruppa tutte le funzioni aziendali che possono essere automatizzate e/o monitorate all’interno della stessa organizzazione, tra cui: progettazione, produzione, vendite, acquisti, gestione magazzino, spedizioni, servizi di assistenza, amministrazione, controllo di gestione, contabilità, ecc. Tutti i processi di business rilevanti di un’azienda vengono così integrati in modo tale da permettere dal lato dell’impresa di eliminare sprechi ed errori e da quello degli utilizzatori di operare in un contesto uniforme, svincolato dall’area applicativa specifica.

È tuttavia necessario fare una piccola ma fondamentale distinzione: ERP e software gestionale non possono essere considerati perfettamente equivalenti. Sebbene infatti siano sostanzialmente simili, i due concetti differiscono per un motivo in particolare: l’integrazione. Mentre un software gestionale si limita ad operare come uno strumento in grado di mettere insieme, elaborare e consuntivare le informazioni derivanti dalle varie macro aree, l’ERP possiede il valore aggiunto dell’interazione, dal momento che è in grado di far interagire tali informazioni tra di esse e creare così un flusso informativo interno all’azienda da poter utilizzare in qualsiasi fase lo si ritenga funzionale e necessario al fine richiesto.

A cosa serve un software ERP e gestionale nel project management

Infine bisogna dire che la crescita e la diffusione degli ERP anche sullo scenario nazionale ha portato alla nascita di software gestionali sviluppati e concepiti interamente in Italia. Questi ultimi, a differenza dei leader internazionali del settore, oltre a garantire un adeguamento all’articolata normativa italiana contabile e fiscale più completo, sono concepiti ispirandosi al modus operandi locale, sfruttando una mappatura dei processi e una configurazione molto più omogenee alle procedure delle imprese italiane che li hanno scelti.

Il paradigma ERP

Il sistema informativo aziendale, organizzato in un sistema ERP, acquisisce caratteristiche distintive, tale da formare un paradigma funzionale denominato paradigma ERP.

Le caratteristiche più rilevanti sono:

  1. unicità dell’informazione, e di conseguenza unicità della base dati;
  2. estensione, modularità funzionale e configurabilità;
  3. prescrittività.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: https://vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *