Smart Working: Migliore work-life balance per i dipendenti aziendali

Smart Working: Migliore work-life balance per i dipendenti aziendali

L’innovazione tecnologica

Il principale elemento che caratterizza il contesto economico e sociale attuale è senza dubbio lo sviluppo e la diffusione della tecnologia dell’informazione e della comunicazione. L’utilizzo di internet e dei nuovi mezzi di comunicazione ha permesso di accorciare le distanze e ha cambiato notevolmente il modo di lavorare e di fare impresa. Le nuove tecnologie, in particolare le tecnologie collaborative e i social media, hanno dato la possibilità di mettersi in contatto con chiunque e in qualsiasi momento, e ciò ha completamente stravolto la cultura d’impresa. Per tecnologie collaborative si intendono infatti quegli strumenti tecnologici, o digital devices, che permettono a due o più operatori di lavorare e interagire fra loro. La Digital collaboration può avere infatti diverse applicazioni tra cui la formazione, la ricerca, ma senza dubbio anche il contesto aziendale, in quanto facilità la comunicazione e la collaborazione, anche a distanza.

A questo tipo di tecnologie possiamo aggiungere altre tipologie di strumenti tecnologici, come ad esempio le instant collaboration, di cui Skype è senza dubbio l’esempio più noto, che danno la possibilità a due o più persone che si trovano in posti distanti tra loro, di mettersi in contatto rapidamente e tutte nello stesso momento, permettendogli quindi di interagire, lavorare insieme, scambiarsi informazioni e conoscenze. A questo tipo di strumenti, semplici e facili da utilizzare per chiunque, si aggiungono ambienti di collaborazione digitale più evoluti che permettono di poter svolgere attività collaborative più articolate e più complesse, non solo estemporanee ma di più lungo termine. Questo tipo di iniziative richiedono però non solo l’utilizzo di tecnologie specifiche e strutturate, ma anche di particolari abilità di coloro che andranno ad utilizzarle.
Tutti queste tipologie di strumenti tecnologici hanno senza dubbio favorito la diffusione del modello dello Smart Working che, come vedremo più avanti pone nella tecnologia uno dei suoi fondamenti e la condizione indispensabile per poter essere implementato.

Work-life balance

Smart Working: Migliore work-life balance per i dipendenti aziendali

Una delle tendenze che caratterizza il mercato del lavoro è sicuramente la richiesta di flessibilità da parte delle persone e di soluzioni che rispondano al loro bisogno di conciliazione tra vita privata e vita lavorativa.
In questo contesto si inserisce quindi un concetto significativo che è quello di Work-Life Balance, che consiste proprio nel bilanciamento tra il tempo dedicato al lavoro e alla carriera e quello dedicato a prendersi cura della famiglia e a trascorrere il proprio tempo libero. La Work-Life Balance rappresenta un’esigenza reale per gran parte dei lavoratori, in particolare per le donne lavoratrici. Il tema purtroppo è tutt’ora molto attuale, in quanto molte donne si trovano a doversi dividere tra il proprio lavoro, la cura dei figli, la gestione della casa e la cura degli anziani. Ciò può causare loro non solo difficoltà nell’avanzamento della carriera, ma anche nella gestione delle proprie attività domestiche. Va poi considerato l’ulteriore costo del lavoro che grava sulle madri lavoratrici che si vedono costrette a pagare asili nido e baby sitter per potersi recare al lavoro e questi costi possono gravare notevolmente sul bilancio familiare.

La difficoltà nel gestire e bilanciare i tempi di vita e i tempi di lavoro possono comportare inoltre un ulteriore costo per il lavoratore in termini di riduzione del benessere; ciò può portare di conseguenza anche a compromettere la qualità della prestazione lavorativa e la produttività delle ore dedicate al lavoro. È quindi nell’interesse dell’azienda migliorare la qualità della vita del lavoratore in quanto questa poi può rispecchiarsi nella resa della sua prestazione.

Precedente Smart working: Necessità di riconfigurazione degli spazi in azienda Successivo Smart working: Sostenibilità economica, sociale e ambientale

Lascia un commento